sabato 6 dicembre 2014

Nel merito delle espulsioni di Artini e Pinna

Beppe Grillo, fondatore e garante del M5S, ispiratore da sempre in prima linea delle tante battaglie di tutti gli attivisti gode della nostra massima fiducia e gratitudine per quello che ha fatto e che sta facendo per il Paese. 
Sono stati giorni difficili, dobbiamo ammetterlo, e ce ne saranno sicuramente altri a seguito diquesto strappo, ma era necessario.
Ormai da tempo l’anima e le idee del MoVimento si stavano annacquando in un mare di troppe parole, troppe discussioni, troppe differenze.
Non ci riferiamo alla diversità di idee, cosa giusta e nobile che permette ai gruppi di discutere e migliorarsi, ma al fatto che troppo spesso era necessario ricordare ad alcuni i principi fondanti.
Stiamo parlando di tutti quei portavoce, attivisti e simpatizzanti poco intransigenti per quanto riguarda la trasparenza, l’onestà intellettuale, la rendicontazione, la volontà di non fare accordi e altro ancora.
Si legge spesso che esistono due MoVimenti, quello talebano e quello più dialogante, ma secondo noi esistono solo persone che non hanno compreso gli obiettivi e la difficoltà di quello che ci eravamo prefissati di realizzare solo pochi anni fa.
Il M5S è prima di tutto una rivoluzione culturale, non una delle tante forze politiche nascoste nelle Istituzioni pronte a replicarne le stesse dinamiche che hanno impoverito moralmente ed economicamente il Paese. 

Chi non ci crede si astenga.

Amici di Beppe Grillo Versilia Storica


4 commenti:

  1. Questo comunicato esprime la fiducia a Beppe Grillo e ai principi fondanti del Movimento ma soprattutto testimonia di aver compreso il significato profondo del Movimento, di cosa vuole essere e cosa vuole fare. GRANDI!!!

    RispondiElimina